tbt-AltaHR-corallo-fasi-del-sonno

Fasi del sonno, passi e salute: con Fitbit Alta HR so tutto di me

Il sonno è sempre stato per me fondamentale: quando punto la sveglia e vedo meno di otto ore vado quasi in panico… Ho notato però che ultimamente, alcune volte mi sveglio ben ritemprata, mentre altre mi sembra di essere appena andata a letto, e mi sveglio più stanca di prima.

Che cosa accade di diverso? Succede anche a voi?

Le fasi del sonno

Ho iniziato a capirne un po’ di più quando ho indossato il mio nuovo Fitbit Alta HR, il braccialetto più sottile al mondo con rilevazione continua del battito cardiaco.

Prima cosa: esistono fasi diverse durante la notte, ben quattro (e io che pensavo ci fosse solo la REM!): la prima, il sonno leggero, rappresenta ben il 50/60% di tutta la notte per la maggior parte delle persone, e serve per  la memoria, l’apprendimento e il recupero fisico. La seconda, il sonno profondo, che favorisce un sano sistema immunitario e la crescita e la riparazione dei tessuti muscolari, la terza, la fase REM, che è la fase in cui si sogna ed è importante per il recupero mentale e la formazione della memoria. E non è finita qui: esistono anche i periodi di veglia, che pare siano una componente normale del ciclo del sonno notturno… ma possono essere addirittura trenta! Sarà colpa loro se capita di svegliarmi già stanca?

Fitbit Alta HR Fasi del sonno

Alta HR è in grado di misurare tutto questo grazie alla funzione “Fasi del sonno”, alimentata da PurePulse, la tecnologia per il rilevamento del battito cardiaco, utilizza proprio le variazioni della frequenza cardiaca per stimare il tempo trascorso nelle fasi di sonno leggero, profondo, REM e di veglia notturna, permettendo di comprendere meglio la qualità del riposo. Grazie a una serie di piccoli accorgimenti, come l’impostazione del piano del sonno, posso essere certa di fare di tutto perchè il mio organismo si riposi al meglio.

Il tracker di Fitbit Alta HR

A questo punto, già che stavo monitorando il mio sonno, perché non approfittane e utilizzare il tracker anche per verificare ad esempio quanti passi faccio o quanti piani salgo ogni giorno? Grande sorpresa! Tra i bambini, la spesa e l’essere spesso in macchina, pensavo di fare pochi passi, o comunque di essere ben lontana dal traguardo dei 10mila che pare essere il numero ottimale da raggiungere ogni giorno per avere un cuore in forma… ma non è così! Onestà, per onestà… erano quasi novemila… ma a quel punto non potevo certo lasciarmi sfuggire l’obiettivo per una manciata di passi e ho iniziato a muovermi fin quando il mio Fitbit ha iniziato a vibrare per farmi i complimenti!

A questo punto non mi son più separata dall’Alta HR: ovviamente l’ho scelto di un bel corallo acceso, ma ci sono anche altre tonalità come nero, grigio-blu e fucsia, ma ci sono anche una serie di accessori per renderlo adatto a ogni mio outfit.

Credits | Fitbit & Id-Tips

You may also like

Leave a comment